Il North Face Base Camp Citer adotta una filosofia molto diversa dal solito zaino North Face, anche se la cura nel dettaglio e nei materiali resta quella che contraddistingue l’azienda americana. Il Citer è pensato per l’uso urbano ed è perfetto per chi ha bisogno di uno zaino capiente con i suoi 40 Litri di capienza.

La parte esterna dello zaino è realizzata in nylon, il che lo rende completamente resistente all’acqua, anche se non è immergibile principalmente a causa della chiusura a sacco e non con zip.

Lo zaino presenta solamente una tasca principale, alla quale si può accedere dall’alto, aprendo due fibbie a clip e allargando la chiusura a sacco. All’interno del vano principale non troverete molte tasche e scompartimenti organizzativi in stile North Face, infatti ve ne sono solo due, una a rete e una vellutata, nella parte interna del cappuccio dello zaino.

L’unica tasca accessibile senza aprire lo zaino è quella in cima al cappuccio, la sua zip è resistente all’acqua ed è ottima per tenerci occhiali da sole e chiavi, grazie a un laccetto al quale le si possono agganciare.

 

Parte fondamentale del design di questo zaino è la maniglia al centro della parte fontale, il che vi potrebbe far pensare che lo zaino sia adatto ad essere usato anche come bagaglio a mano, tuttavia quando lo zaino è a pieno carico e si prova a prenderlo per la maniglia ci si accorge di uno dei difetti di questo zaino: non c’è nessuna fibbia al centro e di conseguenza si ha l’idea che lo zaino si stia per aprire, o che comunque non resti compatto, peccato.

A proposito di difetti, non è presente nessuna tasca porta borracce ai lati dello zaino, la quale sarebbe utilissima se lo si usa tutti i giorni per andare in ufficio o in facoltà.

Si può accedere al compartimento per il laptop sia dall’alto a zaino aperto, sia dal lato grazie a una pratica zip.

Quest’ultimo non arriva a fondo corsa dello zaino ma si ferma prima, grazie a un morbido rotolo di spugna, il tutto per evitare che il vostro portatile non sbatta contro il pavimento quando lo appoggiate

Lo schienale è piuttosto rigido e riesce a sostenere la vostra schiena anche se portate oggetti molto pesanti, infatti l’ergonomia è il punto forte di questo zaino, anche grazie alle due fasce che fanno stare lo zaino saldo al vostro torace: una all’altezza della vita, e una all’altezza del petto, quest’ultima addirittura elasticizzata.

Perché sì:

  • Desing: non si trovano molti zaini di questo formato, che lo amiate o che lo odiate.
  • Materiali: potrete passare la giornata sotto la pioggia ma nemmeno una goccia d’acqua toccherà i vostri libri e il vostro laptop.
  • Ergonomia: Anche se porterete carichi pesanti la vostra schiena non sarà mai affaticata.

Perché no:

  • La maniglia centrale è una bella idea, ma l’esecuzione non è ottima.
  • Non vi sono molti comparti dove riporre penne e chiavette USB, se siete maniaci dell’organizzazione questo zaino non fa per voi.
  • Nessuna tasca per portare bottiglie o borracce: se vorrete bere dovrete fermarmi e aprire lo zaino.

 

Insomma questo zaino è perfetto per chi vuole qualcosa di minimale ma comunque funzionale, che preferisce avere un’ampio compartimento centrale al posto di mille taschino in cui si perdono i vostri gadget. Il prezzo è di 125 Euro, più alto di altri zaini North Face, ma in linea con la concorrenza.

Personalmente ho abbinato questo zaino a un organizzatore per cavi e carica batterie di Amazon Basics, qui il link: http://amzn.eu/5a0H1f4 .

mm

About Wolf

Finto ingegnere

Categories: Hipsterina ZAINI