Se avete mai provato ad avvicinarvi al mondo degli audiofili molto probabilmente vi sarete imbattuti nelle Sennheiser HD 598. Da molti vengono considerate le cuffie migliori per fare avere alta qualità senza dover spendere un patrimonio.

Build Quality

Le HD598 sono costruite completamente in plastica, ma il feeling che danno è piuttosto solido, i padiglioni ampi che si regolano su due assi e l’abbondante imbottitura fanno si che siano una di quelle cuffie che ci si dimentica di avere addosso. Il rivestimento del padding è fatto di una sorta di microfibra, non il massimo d’estate ma a questo prezzo non ci si poteva aspettare il rivestimento in pelle. Il cavo in dotazione è troppo lungo per la maggior parte di noi, ma è facilmente rimovibile girando e tirando il piccolo jack attaccato alle cuffie.

Form factor

Un importante fattore da considerare prima dell’acquisto è che queste cuffie sono open back (o a dinamica aperta se non vi piacciono gli inglesismi). Questo significa che i driver (ovvero la componente che produce il suono) non sono isolati dall’ambiente esterno, di conseguenza le vostre orecchie non saranno isolate da tutti i suoni che vi circondano. Se a cuffie “spente” qualcuno vi parla lo sentirete alla perfezione (così come sentirete un ambulanza che passa sotto casa). Perché mai la Sennheiser (che ha inventato il design open back) ha voluto fare questa scelta? Poiché in questo modo aumenta il “soundstage”, una di quelle parole che tutti usano nel mondo delle cuffie ma nessuno sa cosa significa. Semplicemente se il soundstage è buono sarete in grado di localizzare spazialmente la posizione di ogni strumento nell’immaginario palco scenico in cui vi trovate, tutto ciò ovviamente per i suoni in stereo. In effetti appena si indossano le HD 598 ci si accorge subito che il soundstage è davvero ottimo, se volete ascoltare una canzone in cui questo effetto è accentuato vi consiglio “Hotel California” degli Eagles.

Dopo aver letto questo spiegone vi sarete accorti che queste cuffie non sono adatte per girare in città tra un tram e l’altro, resteranno accanto al vostro PC pronte per essere usate in un momento di calma. Se cercate qualcosa da utilizzare in più contesti queste cuffie non fanno per voi.

Come Suona

Molta gente che prova per la prima volta le HD 598 ha l’impressione che “manchino dei bassi”, questo perché molte delle cuffie Sennheiser hanno un profilo piatto, ovvero riproducono tutte le frequenze più o meno con la stessa intensità, mentre il 90% delle cuffie a cui siamo abituati hanno un profilo a V, che significa che viene data più importanza ai bassi e alle alte frequenze (che vengono molto utilizzate nel pop moderno). La Sennheiser ha preso questa direzione (non solo in questo modello) per offrire un esperienza più fedele possibile a quella del mix originale, anche se non si può dire le HD 598 siano cuffie da studio.
Purtroppo il timbro di una cuffia è una di quelle cose che non si può spiegare a parole, vanno provate, c’è a chi piacciono di più i bassi super potenti di un paio di Beats e chi preferisce il suono ricco di medi delle HD 598.

La Sennheiser dichiara che le HD 598 hanno una impedenza di 50 ohm, il che significa che possono benissimo essere utilizzate attaccandole direttamente al vostro computer o al vostro smartphone, senza bisogno di amplificatori dedicati, anche se probabilmente i bassi trarrebbero beneficio da un amplificatore esterno.

la griglia tipica delle cuffie open back

Prezzo

Le HD 598 si trovano sulle 240 euro su amazon.it, un prezzo decisamente alto, ma anche a un minimo di 140 euro sempre su amazon.it, quindi se siete interessati controllatele per un periodo di tempo abbastanza lungo. Le HD 598 SR si trovano quasi sempre ad un prezzo minore e nonostante non le abbiamo potute provare sono considerate cuffie praticamente uguali alle HD 598, ma di colore nero.
Infine se pensate che il design open back non faccia per voi ma siete attratti dal suono Sennheiser potete considerare le HD 598 CS, sorella  delle HD 598 con design closed back.

mm

About Wolf

Finto ingegnere

Categories: AUDIO